cura ebike quando è ferma emergenza coronavirus bici elettrica manutenzione periodo ferma
Senza categoria

Una corretta cura dell'ebike è importante per non trovarti a piedi quando sarà il momento di ripartire!

In questo periodo di situazione di ordinanza d’emergenza, in cui tutti siamo obbligati non poter saltare in sella e pedalare, anche le nostre ebike soffrono!
Si, perchè stare ferme per tanto tempo non giova alla batteria e alla componentistica, soprattutto quella elettrica.
Anche le bici elettriche hanno bisogno di qualche attenzione e qualche gesto d’affetto per evitare futuri problemi e per durare più a lungo.

Perché rischiare? Bastano davvero pochi semplici gesti:

  • Caricare la batteria una volta ogni 20-25 giorni;
  • Se l’ebike rimane in cantina, estrarre la batteria e custodirla in un luogo caldo e asciutto;
  • Prima del periodo di inattività, pulire la bici per evitare incrostature e che la sporcizia si solidifichi creando incrostazioni;
  • Non lavarla con l’idropulitrice: i getti ad alta pressione riescono a superare la barriera dei delle ghiere e delle guarnizioni e penetrare all’interno dei punti cardine della bicicletta. P.s. Se non potete fare a meno di utilizzare l’idropulitrice, state lontani almeno un paio di metri e non sparate il getto direttamente sui componenti più fragili;
  • Non capovolgere l’ebike e lasciarsa ferma in quella posizione, perchè mettete a rischio sospensioni e i vari sensori;
  • Se hai le ruote tubeless, è buona norma far girare le ruote ogni tanto per non rischiare il deterioramento del liquido.

Questi erano qualche semplice consiglio per salutare e coccolare la tua ebike prima di lasciarla ferma e ritrovarla solo a emergenza finita!

evitare futuri problemi 2