Senza categoria

Quando si decide sull’acquisto di una ebike, un fattore molto importante è la scelta del motore. E la domanda che tutti si pongono prima dell’acquisto è: ma quale sarà il migliore, il motore BOSCH o lo YAMAHA??

Noi di Mobilità Elettrica abbiamo pensato a tutti per cercare di spiegare a tutti coloro che non avendo mai provato -o perlomeno non provato a fondo tutti e due i tipi di motore- non sanno quali siano le differenze sostanziali per poter fare una valutazione soggettiva.

Piccola premessa, metteremo a confronto il modello top della gamma Bosch, cioè il BOSCH PERFORMANCE CX con il motore di casa YAMAHA PW (o nuovo PW-X) entrambi 250W di potenza. Come prima cosa possiamo dire che la grande differenza che c’è tra i due è la modalità di attivazione del motorino elettrico, spieghiamo meglio.

Il motore elettrico è collegato alle pedivelle che muovendosi lo mettono in funzione. La differenza sostanziale è che nel motore YAMAHA l’input di partenza deriva dalla pressione che il pilota fa sul pedale della bici, mentre nel motore BOSCH lo start viene dato in base alla “cadenza di pedalata”, quindi in base alla velocità di rotazione del pignone collegato al rotore elettrico.

Da questo possiamo subito dire che BOSCH regala una pedalata molto più fluida e vicina ad una normale pedalata. Il motore YAMAHA esprime tutta la sua potenza da subito nel senso che basta premere sul pedale per sentire, in base al livello di assistenza richiesto, il suo aiuto e la sua spinta.

In termini di potenza massima il CX 2016 e 2017 supera il PW 2016 mentre con il nuovo PW-X 2017 all’incirca si equivalgono.

Quindi, quando si sente la differenza maggiore?

La differenza maggiore si sente quando ci troviamo a pedalare nello scassato, in salita oppure a ripartire in salita su terreni ciottolosi.

Con il motore Bosch non sentiamo lo strappo della potenza, la quale aumenta all’aumentare del nostro regime di pedalata e ci possiamo così permettere di pedalare anche in piedi perché la pedalata rimane molto fluida; quasi non ce ne accorgiamo di avere un motorino collegato ai pedali ma possiamo apprezzare la spinta della bici che ci tira fuori dall’impiccio.

Con Yamaha, avendo tutta la potenza subito alla partenza, sentiamo di più lo strappo e con la pedalata in piedi ci accorgiamo di “sobbalzare” un po’, ma magari, in una pedalata su strada o un giro “turistico” è più piacevole perché sentiamo bene la spinta senza comunque tanto impegno nel pedalare.

Come posso provare la differenza tra Bosch Performance CX, Yamaha PW, Yamaha PW-X?

Ora non vi resta che provarli per capire realmente le differenze e giudicare secondo i vostri gusti quale motore è più adatto a voi!

Possibile testarli attraverso il nostro Bike Test Permanenete. Non perdete l’occasione!