come lavare ebike
Senza categoria

Qualche breve consiglio sul modo più corretto per prendersi cura della propria ebike, in autunno e inverno, eliminando fango e sporco.

La pulizia è essenziale. Questo vale dopo alcune uscite specialmente in autunno e in inverno. Ecco una guida veloce per scoprire qual è il modo corretto per curare la propria ebike, prendendo gli accorgimenti necessari per la stagione invernale e non farsi trovare impreparati.

Le biciclette elettriche sono resistenti all’acqua, perciò è possibile lavarle la vostra ebike come si lava una bici normale: è però importante mantenerla pulita, in modo da prolungarne la vita e garantire che rimanga in ottime condizioni.
Si consiglia di pulirla  subito dopo ogni giro, o il più spesso possibile dove il tempo lo permette, piuttosto che lasciare che lo sporco s’incrosti.

  1. Prima di iniziare è bene smontare la batteria (se è integrata non effettuare questa operazione) e il display, oppure coprirli con un panno o una pellicola.
  2. Per prima cosa è meglio rimuovere il grosso dello sporco con un getto d’acqua (mai utilizzare un’idropulitrice ad alta pressione)
  3. Pulire poi lo sporco rimanente con una spazzola morbida e con l’aiuto di un pulitore per bici (specifico per biciclette, non usare prodotti automobilistici o motociclistici)
  4. Terminata la rimozione dello sporco, pulire e risciacquare la bici per rimuovere il tutto (anche in questo passaggio non bisogna mai utilizzare un’idropulitrice ad alta pressione)
  5. Una volta che la bici è pulita, è bene capovolgerla per alcuni momenti in modo da rimuovere le gocce d’acqua.
  6. Infine asciugarla.

Raccomandazioni

  • È molto importante asciugare anche le placche elettriche di contatto della batteria.
  • Come ultima operazione, per lubrificare la catena, utilizzare un lubrificante per catene specifico per bici.

Approfondimenti

Qual è il modo migliore per prendersi cura della propria ebike?

È preferibile usare prodotti fortemente sgrassanti: i bike-shampoo e i prodotti disponibili presso i negozi specializzati sono decisamente i migliori e i più consigliati, in quanto non sono troppo aggressivi per la plastica e le guarnizioni.
È inoltre possibile utilizzare acqua saponata o detersivo, facendo attenzione al loro grado di aggressività.

Quali prodotti e detergenti è possibile utilizzare?

È preferibile usare prodotti fortemente sgrassanti: i bike-shampoo e i prodotti disponibili presso i negozi specializzati sono decisamente i migliori e i più consigliati, in quanto non sono troppo aggressivi per la plastica e le guarnizioni.
È inoltre possibile utilizzare acqua saponata o detersivo, facendo attenzione al loro grado di aggressività.

Esiste una frequenza consigliabile per la pulizia dell'ebike?

Il modo migliore per prendersi cura della propria ebike, è pulirla dopo ogni uscita per evitare di far attecchire le impurità evitando così la corrosione. Quindi, il più spesso possibile e –soprattutto- quando necessario.

Quali sono i preparativi necessari prima del lavaggio?

La prima cosa è estrarre la batteria. Sempre! Poi, se possibile, togliere il display. Dove quest’ultima operazione non è possibile (ad esempio il display Purion di Bosch) è bene coprire con un panno o con pellicola.
Quest’ultima operazione è necessario farla anche sui comandi a manubrio dei ciclocomputer.

Cosa fare in caso di infiltrazione d'acqua nell'alloggiamento della batteria?

Nessuna paura: l’alloggiamento è realizzato in modo tale da lasciar defluire l’acqua, consentendo così ai contatti di asciugarsi. A tale scopo, occorre tenere puliti l’alloggiamento e l’area del connettore.
I vari contatti sono dotati di un rivestimento ad hoc che protegge le superfici da corrosione e usura.
In caso di necessità straordinaria, è possibile utilizzare grasso per poli o vaselina tecnica periodicamente.

È meglio ingrassare la catena di un'ebike più frequentemente rispetto ad una bici senza trazione elettrica? E in quale punto?

Dipende sostanzialmente dall’utilizzo che ognuno fa della propria bicicletta, ma di norma è consigliato lubrificarla non di più e non di meno rispetto ad una bicicletta muscolare.
La catena di una ebike viene sollecitata, in particolare, durante i trail fuoristrada o in caso che i cambi di marcia non siano abbastanza morbidi.
Durante l’utilizzo dei lubrificanti, bisogna costantemente accertarsi di non applicarne sui dischi dei freni e che la corona dentata non resti incollata. Per cui è meglio applicare il prodotto nei punti dove la catena scorre liberamente. Per eliminare al meglio il grasso in eccesso, servirsi di uno straccio o di un panno morbido.

Cosa bisogna fare per preparare l’ebike per l'inverno in caso di inutilizzo per qualche settimana o, addirittura, mese?

Prima cosa da fare è rimuovere batteria e display, e conservarli all’asciutto (la temperatura ambiente la temperatura ideale è tra 0 e 20 gradi). L’importante è che la batteria conservi ancora una capacità di carica tra il 30 e il 60%.
Occorre inoltre ingrassarla in modo pulito e leggero; applicando i prodotti anche sulla catena e sulle parti libere di alluminio.

Ed in caso di utilizzo invernale dell'ebike?

Nessun problema, le ebike sono molto robuste. Dopo la corsa, basta un piccolo accorgimento: eliminare il sale degli schizzi d’acqua o la neve, e lasciare asciugare accuratamente.