speciale eroad bike bici elettriche corsa strada
Senza categoria

Le eRoad possono rendere il ciclismo uno sport veramente aperto a tutti!

Le ebike sono parte del futuro della mobilità, partite dal segmento mtb, oggi sono presenti in qualsiasi categoria. La tipologia che fino ad oggi ha incontrato più scetticismo è quella relativa alle eRoad: inserendosi in un segmento più votato alla passione e alla performance sportiva, la resistenza è maggiore.
Ostracizzate dai puristi e troppo tecniche per utenti alle prime armi, queste ebike hanno incontrato delle difficoltà di sviluppo maggiori rispetto ad altri settori, e forse è proprio per questo che oggi si è arrivati ad avere dei prodotti così interessanti!

Il percorso di sviluppo di questa categoria è stato lungo anche a causa delle difficoltà progettuali che un mezzo di questa tipologia porta con sé: produrre una bici da corsa a pedalata assistita non significa solo installare un motore su una bici con il manubrio curvo, ma progettare da zero un veicolo che, nonostante la presenza di batteria e motore, risulti leggero, reattivo e performante.
Le case si sono mosse parallelamente in due direzioni: lo sviluppo del design e la garanzia delle prestazioni.

Cannondale Synapse Neo 1 2 ebike 2020 bici elettrica corsa mobe

OBIETTIVO: MANTENERE IL DNA SPORTIVO
Una bici da corsa deve essere pulita ed elegante, per questo motivo è stato fatto un grande lavoro sui telai: motore e batteria dovevano per forza essere integrati e la linea non poteva essere ne sporcata ne appesantita.
Questo tipo di integrazione ha reso obbligatorio lo sviluppo da zero: queste bici infatti possiedono dei telai completamente ridisegnati per migliorare la distribuzione e garantire un’ottima reattività coniugata a un peso contenuto.
Lo sviluppo di questi mezzi non è solo limitato alla ciclistica e al motore, ma vi è grande attenzione anche sugl’impianti frenanti e sui pneumatici, che devono far fronte a prestazioni più elevate!

La nascita delle bici elettriche incontrò una forte resistenza di critica, ma oggi hanno un’importante fetta di mercato e sono senza dubbio un segmento in fortissima espansione. Allo stesso modo che anche queste bici stradali vedranno un’evoluzione di mercato simile, infatti sono già state sviluppate manifestazioni dedicate come ad esempio il Giro d’Italia riservato alle eRoad!

L’EROAD RENDE ACCESSIBILI A TUTTI L’ESPERIENZA CICLISTICA
Il ciclismo possiede due anime legate a doppio filo tra di loro: una è connessa alla fatica e all’agonismo, l’altra al viaggio e ai paesaggi che s’incontrano. Le eRoad potrebbero essere un’ottima opportunità per rendere il ciclismo uno sport ancora più aggregativo di quanto non sia già! Alcuni scorci suggestivi, spesso, sono resi proibitivi dalle asperità altimetriche che si possono incontrare.

Difficile pensare che chi, a causa del lavoro o di altre priorità, non dedica abbastanza tempo all’allenamento su due ruote, possa godere di questi paesaggi. Questi mezzi aprono le porte del ciclismo a chi magari ne è da sempre appassionato ma, per cause di forza maggiore, non ha mai potuto viverlo a pieno.

Le eRoad sono una grande opportunità per rendere il ciclismo ancora più impulsivo, per portare sui passi montanari sempre più persone. La forza fisica non può e non deve più essere una discriminante nel ciclismo non professionistico, ben vengano mezzi in grado di avvicinare quante più persone possibili al mondo della bici!